Le assicurazioni sanitarie, in Italia, fino a un decennio fa erano stipulate in prevalenza da dirigenti e liberi professionisti. Poi è arrivata la crisi economica, che ha ridimensionato il welfare statale.


L’offerta si è adeguata, diversificandosi, al punto da rendere difficile orientarsi nella scelta. Mutua integrativa oppure la classica polizza?

Vediamo le caratteristiche di ognuna.

 

 

 

Mutua sanitaria integrativa

Ci sono differenze tra mutue e polizze sanitarie. Le prime sono fondi in cui si entra come soci versando un contributo. Lo scopo non è il lucro ma l’assistenza economica finalizzata alla tutela della salute. I regolamenti delle varie società mutualistiche differiscono ma esistono punti fermi da notare. Esiste un’età massima per l’iscrizione però non per la revoca. Significa che il socio può, a sua scelta, rimanere tale e quindi tutelato vita natural durante.

Di norma una clausola impone di estendere la tutela all’intera famiglia del socio, superando così lo scoglio dell’età massima iniziale. La preesistenza o l’insorgere di patologie non comporta la revoca del rapporto. Quali sono i costi di queste coperture sanitarie? Iniziamo dicendo che variano parecchio in funzione della singola mutua, nonché dell’età e della formula scelta. A pacchetto più completo corrisponde ovviamente una quota maggiore. Si può partire da un minimo inferiore ai 300 € annui, per un socio single minore di 25 anni, fino ad arrivare ai 2500 € per chi supera i 75 anni e preferisce un pacchetto più completo. La quota versata gode di sgravi fiscali IRPEF fino a 1.291 € annui.

La polizza sanitaria

Copertura sanitariaLe assicurazioni sulla salute rappresentano un panorama davvero variegato. Alcune offrono copertura vita natural durante, altre –la maggior parte- no. Diverse patologie rendono il soggetto inidoneo alla stipulazione del contratto. HIV, alcolismo e perfino diabete insulinodipendente ne sono esempi. Attenzione però: la situazione varia da compagnia e compagnia. In generale, le spese per infermità presenti prima dell’acquisto delle assicurazioni sanitarie risultano precluse dagli indennizzi. L’insorgenza di determinate malattie durante la fase di copertura, invece, può provocare la rescissione del contratto o un aumento del premio.

 

Coperture sanitarieUn fatto positivo è che è possibile trovare persino una formula a zero anticipi di spese. Significa che utilizzando determinate strutture convenzionate, sarà la stessa compagnia a pagare e non l’assicurato. Dal punto di vista economico le assicurazioni sulla salute convengono? Il premio non è detraibile, però lo sono le spese mediche, incluse, dettaglio da evidenziare, quelle soggette a indennizzo assicurativo. Il costo delle polizze è in funzione di vari parametri: età, sesso, professione, l’essere fumatori, prestazioni offerte e compagnia scelta.

 

Si può partire da poco più di 100 € annui per un giovane sano che sceglie una formula base fino a salire oltre i 3000 in caso di età avanzata e formula più completa. Le assicurazioni online risultano mediamente più vantaggiose.

Sottoscrivere una copertura sanitaria, costa meno di quanto si possa pensare! Chiedi  un  preventivo…