RC auto: Per avere un preventivo assicurazione auto quindi chiaro, conveniente e a misura dell’utente, è opportuno rispolverare la vecchia figura del broker.


Il problema delle assicurazioni autovetture

 

Quello delle assicurazioni auto è un problema che attanaglia milioni di automobilisti. Non tanto per la polizza in sé, che è ovviamente uno strumento utilissimo per coprire la vettura e il suo conducente in caso di sinistri, quanto per il prezzo: in alcune zone d’Italia, che secondo le compagnie assicurative sono “a rischio” (definizione sulla cui natura discriminatoria si potrebbe discutere a lungo, ma non è questo il luogo), il premio annuale di una RC auto può addirittura superare i 1000 euro. É sopratutto per ragioni di natura economica che stanno proliferando le assicurazioni auto online: ma sono davvero così convenienti? Scopriamolo insieme.

 

L’illusione del risparmio

RC autoOggi non solo le maggiori compagnie assicurative hanno una propria versione online, ma esistono decine di siti web che comparano tra loro le varie RCA auto per permettere all’utente di trovare, in pochi click, il prezzo più basso in assoluto.

Dal punto di vista pecuniario, la scelta è ineccepibile, perché l’esborso è davvero ridotto al minimo possibile.

 

Tuttavia, ci sono tantissime opzioni da selezionare, che sono invisibili agli occhi degli utenti meno esperti, e che la cui assenza può provocare non pochi problemi. Si pensi ad esempio alla guida esclusiva, l’opzione attraverso la quale solo l’intestatario del veicolo (e della RCA auto) è coperto da polizza in caso di incidente. In presenza di questa opzione, se l’utente, ad esempio, prestasse l’auto alla moglie o ad un figlio, e questi avessero, loro malgrado, un sinistro, l’assicurazione non coprirebbe alcun danno. E come la guida esclusiva, vi sono altre “trappole” nascoste dietro i comparatori online.

Il caro e vecchio broker

 

Broker RC autoPer avere un preventivo assicurazione auto quindi chiaro, conveniente e a misura dell’utente, è opportuno rispolverare la vecchia figura del broker. Attraverso un intermediario, infatti, gli utenti meno esperti possono ottenere ugualmente delle RC auto convenienti, ma senza includere postille che potrebbero pregiudicare la copertura assicurativa in casi specifici.